Advantage Austria Mostra navigazione
Pensiamo che Lei venga da questo stato: Alla pagina di questo statoAltro stato

Architettura

Padiglione con volte in legno © ADVANTAGE AUSTRIA

© ADVANTAGE AUSTRIA

In nessun altro posto come in Austria la storia dell'architettura si armonizza in modo così perfetto con le nuove tendenze. L'Austria è ricca in ogni sua località di vere e proprie perle architettoniche appartenenti a differenti epoche. Ma anche l'architettura contemporanea offre esempi straordinari.  

Contenuto

Tradizione e innovazione

La varietà dei diversi stili architettonici di cui l'Austria è ricca si estende dalle opere di Otto Wagner e Adolf Loos attraverso Roland Rainer o la Scuola di Architettura del Vorarlberg fino alle creazioni architettoniche visionarie-utopiche di Hans Hollein o Coop Himmelblau.

Le tappe più significative della tradizione architettonica austriaca sono:

  • gli interventi di edilizia urbanistica comunale a Vienna (a partire dal 1919)
  • l'incontro tra architettura e paesaggio alpino
  • una cultura architettonica regionale di impronta artigianale caratteristica dei singoli Länder federali

Nuovi lavori commissionati, nuove classi di committenti e nuove tecnologie hanno diversificato notevolmente il panorama architettonico contemporaneo, caratterizzato da una nuova generazione con un ampio ventaglio di varianti. Il loro denominatore comune sta nella capacità di riflettere in modo consapevole sia la continuità che la discontinuità di posizioni storiche e di manifestarle in modo autonomo e indipendente.

Settori e strutture

Nel corso degli ultimi anni, in Austria, si è osservata una crescente domanda di architettura di altissima qualità. Dal punto di vista dell'offerta si è registrata una certa disparità tra i numerosi piccoli studi di architettura e le poche grandi realtà.

In base alla struttura aziendale, possono essere distinti tre gruppi:

  • i classici studi di architettura:
    sono rappresentanti prevalentemente dalla generazione intermedia di architetti. La loro attività principale consiste nel disegno e nella progettazione, la loro specializzazione si differenzia a seconda della tipologia di edificio.
  • i grandi studi:
    sono caratterizzati da una presenza cospicua di collaboratori e da un elevato numero di partner. Le attività principali consistono nel procacciamento di nuovi clienti e nel marketing. La loro offerta si concentra in pacchetti completi, dalla consulenza edile all'arredamento degli interni.
  • gli studi giovani:
    nascono prevalentemente dall'unione di partner indipendenti e sono rappresentati da collaborazioni e gruppi di lavoro. Hanno un approccio innovativo e interdisciplinare e si occupano non solo dell'architettura ma anche della grafica, del design e di altre attività creative.

Le banche dati on line http://www.nextroom.at e http://www.austria-architects.com/en forniscono informazioni complete sul panorama degli architetti in Austria. I giovani studi hanno dato vita al gruppo di interessi dei professionisti dell'architettura (ig architektur ).

Industria edilizia

Con un valore di produzione lorda di circa 30 miliardi di euro e un'occupazione di circa 25.000 unità, l'industria edilizia in Austria costituisce un importante fattore economico.

La congiuntura positiva attuale è dovuta in gran parte al celere potenziamento delle infrastrutture che prevede l'iniziativa delle ferrovie austriache (ÖBB), la costruzione di stadi in vista del campionato europeo di calcio 2008 e la ristrutturazione dell'aeroporto di Vienna. Questi interventi mirano a rendere l'Austria un interessante luogo di produzione e a gettare le basi per una futura crescita economica.

La piattaforma http://www.leitbetriebe.at/en dispone di un'ampia banca dati on line che comprende tutte le principali imprese edili austriache. Alcune di esse sono impegnate anche nella promozione dell'architettura contemporanea, come le aziende Wienerberger Ziegelindustrie, Porr, Hazet, Eternit oppure Pro:Holz Austria.

Committenti ed enti costruttori

Dietro alla costruzione di ogni edificio non c'è solo un architetto ma anche un committente. Dal 1967, in Austria, l'attività dei committenti viene premiata con il premio al miglior committente (Bauherrenpreis).

Alcuni importanti enti committenti, tra cui la società BIG Bundesimmobiliengesellschaft , incaricata della gestione di costruzioni e beni immobili dello Stato federale austriaco, la Kallco o la Mischek danno un notevole contributo alla promozione e alla diffusione dell'architettura austriaca.

Tutela dei monumenti

La tutela dei monumenti in Austria è di competenza dello Stato mentre la regolamentazione edilizia (piani regolatori, aree protette, etc...) spetta ai comuni e ai Länder. L'Ufficio federale per la tutela dei monumenti è l'istituzione principale che si occupa della tutela, del restauro e dei finanziamenti.

In Austria, la tutela dei monumenti da parte dello Stato è da ricondurre alla metà del XIX secolo con l'imperiale „K.K. Central-Commission“. Nel 1923 fu promulgata anche la legge per la tutela dei monumenti, tutt'oggi in vigore. La percentuale delle costruzioni complessive tutelate da tale legge rappresenta il 2% circa, una quota bassa se rapportata alla media europea.

Una serie di gruppi di interesse e di piattaforme sono impegnate nella tutela e nella conservazione di edifici di interesse culturale, tra cui:

Urbanistica e pianificazione territoriale

In Austria non solo l'architettura ma anche l'urbanistica vanta una lunga tradizione. Fin dalla metà del XIX secolo, i progetti di rinnovamento urbanistico della città di Vienna venivano presi ad esempio per le attività di pianificazione di altri centri europei. Il piano regolatore generale elaborato da Otto Wager nel 1892 e il suo successivo progetto radicale per una metropoli concentrica risalente al 1911 hanno fornito lo spunto per un dibattito durato fino ai nostri giorni.

La pianificazione territoriale statale in Austria è di competenza dei Länder e dei comuni. La coordinazione è stata affidata alla Conferenza austriaca per la Pianificazione Territoriale (Österreichische Raumordnungskonferenz - ÖROK), un ente sostenuto dallo Stato, dai Länder e dai comuni con la sola funzione di consulenza.

Per ulteriori informazioni consultare i siti web:

Mediazione e dialogo

Associazioni di categoria

Iniziative autonome

Banche dati on line

Istituzioni

Festival

Autore:
Doris Rothauer / Büro für Transfer
Stampa
©©ADVANTAGE AUSTRIA