Advantage Austria Mostra navigazione
Pensiamo che Lei venga da questo stato: Alla pagina di questo statoAltro stato

Industria cinematografica

Rullino © photocase.com/hoppelhässchen

© photocase.com/hoppelhässchen

L'industria cinematografica austriaca ha un passato molto dinamico e, negli ultimi anni, ha ripreso fortemente ad attirare l’attenzione su di sé. Premi e nomination a Venezia e a Cannes sono gli ultimi successi di una lunga serie. Radicale e divertente sono gli aggettivi che meglio descrivono il cinema tipicamente austriaco. 

Contenuto

Tradizione e innovazione

Il nuovo cinema austriaco

Oggi il panorama cinematografico austriaco è caratterizzato da una straordinaria varietà e originalità. Con satire pungenti e documentari di denuncia sociale, il cinema della nuova generazione porta avanti non senza sforzi la tradizione di successi. Premi e nomination a Venezia e a Cannes, numerosi riconoscimenti in occasione di festival cinematografici internazionali accrescono l’apprezzamento del nuovo cinema austriaco.

Il cinema d'avanguardia - un cinema pionieristico

Con il suo cinema d’avanguardia, l'Austria offre un importante contributo alla storia cinematografica internazionale. Il genere sperimentale non commerciale si serve di strumenti cinematografici estranei ai mezzi tradizionalmente in uso. Fin dall’inizio degli anni ’50 si è così consolidata una tradizione cinematografica moderna che ha gettato le basi per i successi contemporanei.

Settori e strutture

La catena del valore aggiunto

In termini assoluti, l’industria cinematografica austriaca rappresenta solo una minima parte del mercato europeo. In termini di reputazione artistica invece i professionisti del cinema austriaco sono ai primi livelli.

La catena del valore aggiunto si estende dalla creazione, attraverso la produzione, l’adattamento e la riproduzione fino alla distribuzione e al noleggio. La cinematografia comprende non solo pellicole ma anche formati video e DVD.

Nell’ambito della creazione, i confini tra produzione cinematografica, televisiva e pubblicitaria sono sempre più sottili. La percentuale della produzione destinata alle sale cinematografiche si limita a circa un decimo della totale produzione di film. I telefilm rappresentano la fetta più grande. Il principale committente, produttore e promotore del cinema austriaco è la ORF, l’emittente televisiva pubblica.

L'industria cinematografica austriaca è caratterizzata da una struttura pluripartita di piccole aziende e privati, a fronte di poche grandi istituzioni di sostegno. Un ulteriore tratto distintivo è l’intensa interazione con l’industria pubblicitaria e il settore dei multimedia.

L'Austria, un paese "high tech"

L’Austria è un paese “high tech”; i suoi creativi, infatti, hanno costantemente tenuto il passo con i vertiginosi sviluppi tecnici degli ultimi anni. Citiamo solo alcuni esempi a titolo indicativo:

  • ARRI Rental , la rivoluzionaria telecamera 35 mm
  • Riha Film , un creatore di apparecchiature cinematografiche per applicazioni speciali

Radio e televisione

Avendo aperto le proprie porte alle emittenti private solo tardivamente, il mercato austriaco della radio e della televisione è relativamente piccolo (radio:1995; TV: 2002). La ORF realizza un fatturato annuo di oltre 800 milioni di euro attraverso il canone e la pubblicità e con i suoi due canali televisivi ORF1 e ORF2 mantiene una evidente supremazia nel panorama televisivo austriaco.

L'emittente viennese ATV rappresenta attualmente l’unico concorrente privato con una diffusione media del 3,2%. I concorrenti più temuti sono rappresentati da programmi esteri la cui ricezione avviene via cavo o via satellite. Nel confronto internazionale, la ORF si colloca al ventesimo posto tra gli emittenti televisivi europei.

La ORF è il principale committente, produttore e sostenitore del cinema austriaco.

Creazione e produzione

Documentari, cortometraggi e film di produzione austriaca sono più che mai presenti in occasione di festival cinematografici e vincono ogni anno importanti premi. Sono soprattutto lavori individuali a riscuotere tanto successo, dimostrando il notevole potenziale creativo e il know-how dei produttori.

I cervelli creativi del cinema

  • Uno dei film che fino ad oggi ha riscosso maggiore successo è “La pianista” di Michael Haneke, con 2,5 milioni di spettatori nel mondo.
  • Per la categoria dramma sociale troviamo Ulrich Seidls con la produzione austriaca “Hundstage” (2001.)
  • I documentari di denuncia sociale di Erwin Wagenhofer („We Feed the World“, 2005), Hubert Sauper („Darwins Alptraum“, 2004) e Nikolaus Geyrhalter („Unser täglich Brot“, 2006) hanno riscosso grandi successi e vinto importanti premi.
  • Anche Wolfgang Murnberger („Komm, süßer Tod“, 2002, „Silentium“, 2004), Michael Glawogger („Nacktschnecken“, 2004, „Slumming“, 2006) e Hans Weingartner („Die fetten Jahre sind vorbei“) sono riusciti ad appassionare il pubblico e contemporaneamente a soddisfare gli spettatori più impegnati.
  • Tra i registi di maggiore spicco degli ultimi anni troviamo anche Barbara Albert („Nordrand“, 1999, „Fallen“, 2006), Elisabeth Scharang, Mirjam Unger, Kurt Palm, Jessica Hausner, Virgil Widrich, Florian Flicker e Ruth Beckermann che, in occasione di festival cinematografici, hanno conquistato la scena internazionale con pellicole di diverso genere.

La produzione cinematografica

Principali case di produzione cinematografica austriache:

Due delle più giovani case di produzione di successo:

Le produzioni su commissione dominano il mercato rispetto alle produzioni individuali di registi indipendenti con un rapporto di 9 a 1. Quale committente, produttore e promotore del cinema, la ORF riveste un ruolo fondamentale in Austria. Questa sinergia tra cinema e televisione, al contrario che in altri paesi, è molto marcata.

Gli spot pubblicitari

Con il 20% circa della produzione lorda complessiva dell'industria cinematografica, le pubblicità per il cinema e per la televisione costituiscono importanti committenti del settore.

Gran parte delle case di produzione austriache è in grado di fornire l’intera offerta cinematografica: film pubblicitari, documentari di contenuto economico e di vario genere e pellicole di intrattenimento. Tuttavia, proprio nell’ambito dei film pubblicitari, esiste una serie di case di produzione specializzate che collaborano a stretto contatto con il settore dei media e della comunicazione.

L’elenco delle imprese creation/production, pubblicato regolarmente dalla casa editrice Falter-Verlag, fornisce la più completa rassegna delle imprese operanti nei settori creazione e produzione e include anche tutte le aziende di servizi e i fornitori. La versione internet di creation/production contiene oltre 7.500 dati dei settori cinematografico e della comunicazione ed è in continuo aggiornamento.

I numeri del mercato cinematografico

I proventi della pubblicità, del noleggio e della vendita di una pellicola cinematografica partecipano ad una catena di creazione di valore che realizza centinaia di milioni di euro e garantisce numerosi posti di lavoro. Il valore della produzione lorda in Austria si aggira attorno agli 800 milioni di euro e la creazione di valore lorda che ne deriva ammonta a circa 420 milioni di euro.

La quota di mercato del cinema estero sul mercato cinematografico austriaco è del 90% circa, la maggior parte di origine statunitense. La produzione locale di film da prima serata, negli ultimi anni, ha raggiunto una percentuale media dell' 8-10% dei film austriaci in prima visione. Di questi, sei produzioni austriache hanno superato la soglia dei 100.000 spettatori in tutto il territorio nazionale.

Questa supremazia globale si rispecchia anche nel mercato del noleggio. Delle circa 20 case di distribuzione esistenti in Austria, le più grandi sono aziende controllate da grandi gruppi esteri: Buena Vista, Centfox, UIP, Warner und Sony Pictures.

La principale casa di distribuzione austriaca, che è allo stesso tempo il più grande esercente di sale cinematografiche, è la Konstantin Film . Il Filmladen-Verleih è il principale distributore di film austriaci. Insieme a Filmladen, Polyfilm e Stadtkino sono le case di distribuzione austriache più forti sul mercato.Hoanzl è la più grande casa di distribuzione di film e spettacoli austriaci.

Associazioni e fondi

Associazioni

Sul sito web dell' FAMA – Fachverband der Film- und Musikindustrie è disponibile un elenco dettagliato delle associazioni di categoria austriache e internazionali.

Fondi per lo sviluppo

I fondi per la promozione stanziati dallo Stato e dai Länder ammontano a 40 milioni di euro. I fondi dello Stato vengono gestiti dall'Istituto cinematografico austriaco, ulteriori fondi per lo sviluppo sono previsti dal piano finanziario del Ministero federale per i Beni culturali. L'Istituto cinematografico, insieme alla emittente televisiva ORF, gestisce anche i fondi provenienti dall'accordo cinematografico. Vienna, con un volume di circa 8 milioni di euro, è di gran lunga la prima, tra Länder e città, a sostenere lo sviluppo cinematografico.

Il cinema austriaco all'estero

La Austrian Film Commission (AFC) è incaricata di presentare il cinema austriaco all'estero e di promuoverne l'esportazione. Riveste il ruolo di interlocutore prestando assistenza sia nel settore nazionale che internazionale.

L'iniziativa Location Austria propone l'Austria come originale location per produzioni straniere e offre assistenza durante la realizzazione cinematografica.
Autore:
Doris Rothauer / Büro für Transfer
Stampa
©©ADVANTAGE AUSTRIA