Advantage Austria Mostra navigazione

Avviare un’attività in Austria, ora è più semplice!

4. luglio 2013

La nuova riforma, che ha recentemente ridotto il capitale minimo di start-up, ha permesso la nascita di numerose nuove aziende, rafforzando così l’immagine dell’Austria come Business Location ideale.

Le buone idee d’impresa non devono rimanere solo tali a causa degli alti requisiti di base richiesti o della pesante burocrazia. Dal momento in cui, il 1° giugno 2013, è entrata in vigore la riforma sulle società a responsabilità limitata, uno dei maggiori ostacoli per l’avviamento di nuove attività è stato significativamente ridotto. In precedenza, il capitale minimo di start-up necessario per avviare una S.r.l. in Austria ammontava a EUR 35.000, un record assolutamente negativo se si pensa che in Europa, in media, tale cifra si aggira intorno a EUR 8.000. Dal 1° giugno 2013, invece, sono state introdotte le seguenti modifiche, che permettono di raggiungere una riduzione globale dei costi di avviamento:

  • riduzione del capitale di start-up da EUR 35.000 a EUR 10.000, dei quali almeno la metà deve essere versata in contanti;
  • abolizione dell’obbligo di pubblicazione della nuova attività nella “Wiener Zeitung” (gazzetta ufficiale), cosa che permette un risparmio di EUR 150;
  • riduzione dell’Imposta sul reddito di società, che passa da EUR 1.750 a EUR 500 all’annoVerringerung -riduzione del 50% circa delle spese legali e notarili legate alle procedure di avviamento di una S.r.l.;
  • riduzione dell’imposta su conferimenti e capitali

La riforma, che si prevede porti all’avviamento di altre 1000 società a responsabilità limitata ogni anno, creando di conseguenza numerosi nuovi posti di lavoro, costituirà un enorme vantaggio soprattutto per le giovani imprese. Il prossimo passo dovrebbe spianare la strada per trovare alternative forme di finanziamento, tanto urgenti quanto necessarie.

Stampa
©©ADVANTAGE AUSTRIA