Advantage Austria Mostra navigazione

Nuove armature austriache per la Guardia Svizzera Pontificia

La fucina, che si trova a Molln in Alta Austria, produce secondo il modello storico le nuove armature per l’intero corpo della Guardia Svizzera.

Dopo 500 anni, il corpo della Guardia Svizzera Pontificia si accinge a indossare nuove armature. Nel corso delle ricerche di un produttore all’altezza del compito, il Vaticano si è imbattuto nella fucina austriaca della famiglia Schmidberger . L’azienda venne fondata nel lontano XIV secolo ed è specializzata nella produzione di armi e armature storiche. Fra i clienti dei fratelli Johann e Georg Schmidberger vengono annoverati numerosi teatri d’opera sparsi in tutto il mondo, così come associazioni e musei. I fratelli, infatti, che hanno rilevato l’attività del padre nel 2007, si occupano anche di restauro.

Nel 2009 Schmidberger ha prodotto le nuove corazze per i comandanti della Guardia Svizzera, nel 2010, poi, è seguito l’ordine per l’intero corpo che conta 110 uomini.

“Per portare a termine una singola armatura, lavoriamo in media 120 ore” afferma, con un certo orgoglio, Johann Schmidberger, 32 anni. E prosegue: “al Vaticano dedichiamo un periodo che varia da tre a cinque mesi di lavoro; il resto del tempo, invece, è per altri ordini e progetti”. Tutte le armature saranno pronte solo nel 2018. Anche la sorella Andrea, orafa di 40 anni, collabora alla realizzazione, completando ogni armatura con finiture decorative e dettagli ornamentali.

Stampa
©©ADVANTAGE AUSTRIA