italiano
Inhalt

Informazioni generali

Standard Content Module
Uno dei più grandi edifici in legno al mondo ad uso ufficio, costruito con tecnica edilizia ibrida, (21 metri di altezza, 16 metri di larghezza e complessivamente 120 metri di lunghezza) si trova in Austria. Nel settore delle costruzioni in legno, delle case passive e degli edifici a energia positiva le aziende austriache dettano gli standard.
listen

Se si tiene conto di tutti i settori economici a monte e a valle che dipendono direttamente dall’industria edilizia, quest’ultima è tra quelle che offrono il maggior numero di posti di lavoro nell’intera economia. L'edilizia è coinvolta in misura sostanziale anche nella formazione del patrimonio. Circa il 70% del totale dell’attivo austriaco è rappresentato da costruzioni.

Il settore dell'edilizia è rappresentato in tutta l’Austria da circa 4250 imprese con un totale di circa 110.000 addetti. La struttura delle aziende è molto diversificata. Alle grandi imprese concentrate sull'edilizia chiavi in mano si contrappongono classiche aziende artigianali con un minimo di due e un massimo di dieci addetti. La numero uno delle imprese austriache si avvale di circa 10.300 collaboratori e realizza una performance di circa 14 miliardi di euro all'anno. 

Il fulcro dell’Austria: la sostenibilità

Le imprese austriache che riscuotono particolare successo sono quelle del settore dell’edilizia e dei materiali edili ecologici: lavorano con materiali naturali, ecologici, rigenerativi e riciclabili come legno, argilla, calce e pietra, realizzando costruzioni e isolamenti con materie prime disponibili in natura.

Le aziende dell’Austria occupano una posizione di spicco a livello a internazionale nella costruzione con il legno e nell’impiego di prodotti in legno come finestre, pavimenti e arredi, così come nei settori dell'efficienza energetica, dell’edilizia ecologica, del risparmio energetico (basso consumo, case passive, edifici a energia positiva) e della digitalizzazione dell'edilizia. 

Le imprese austriache reagiscono alle sfide del futuro, non solo nel settore dell'energia e della protezione dell'ambiente ma anche nell’utilizzo degli edifici. Nel settore, ad esempio, ci sono esperti di edilizia integrale e modulare, uso multiplo ed edilizia intergenerazionale (flessibilità e assenza di barriere architettoniche).

Innovazioni 

Le aziende austriache dispongono di un know-how specifico nel settore dei materiali edili. In questo campo vantano una lunga tradizione, che si associa a soluzioni innovative. Alcune imprese austriache, ad esempio, hanno sviluppato un sistema di coibentazione interna ad alta efficienza energetica, un calcestruzzo secco che può essere lavorato senza betoniera, tegole uniche nel loro genere e gabbie per armatura prodotte in modo totalmente automatizzato per la costruzione di strutture in cemento armato. 

Un futuro grandioso

Il rapidissimo avanzamento dell’urbanizzazione nei Paesi emergenti e in via di sviluppo rappresenta uno dei mercati del futuro per l’edilizia. Fino al 2025, ad esempio, nella regione Asia/Pacifico il volume di mercato del settore edile crescerà del sette per cento all'anno. 

Le maggiori opportunità emergono dalla necessità di creare nelle aree urbane strutture compatibili con la realtà socio-economica e mettere a disposizione abitazioni a prezzi accessibili nelle zone di maggiore concentrazione. Tutto questo dovrebbe essere realizzato grazie a nuovi materiali, metodi di costruzione moderni (costruzione modulare in serie) e strumenti di progettazione evoluti (parola chiave: edilizia digitale e progettazione integrale).

Nel campo della digitalizzazione si intraprendono grossi sforzi per consolidare l’impiego del “Building Information Modeling (BIM)” nella catena del valore aggiunto dell'edilizia.

Il futuro dei materiali edili: oltre ai materiali edili ecologici e a basse emissioni, un ruolo di primo piano è occupato dalle soluzioni per l'aumento dell'efficienza energetica (isolamento, coibentazione, ecc.).

I trend del futuro nell'edilizia sono i seguenti: green building, costruzione con il legno, efficienza energetica, smart building (calcestruzzo ultra leggero, materiali edili intelligenti), robotica applicata all'edilizia e un ambiente salubre nelle abitazioni ottenuto con l’impiego di materiali organici.